Antropologia
Leave a comment

Orecchini Bellissimi

Orecchini Ilongot Filippine

Orecchini Ilongot Filippine

Nelle colline di Luzon, a nordovest di Manila, nelle Filippine, quando un Ilongot si mette i bellissimi orecchini di bucero rosso è il segno eccezzionale che ha ammazzato un uomo.

Rossi, brillanti e danzanti dai lobi superiori delle orecchie, gli orecchini sono bellissimi ornamenti per il corpo e un segnale inteso da tutti che chi li porta ha decapitato un altro essere umano.

Quando l’antropologo Renato Rosaldo, dell’Università di Stanford, cerca di capire meglio il significato di “orecchini bellissimi”, gli Ilongot lo guardano con condiscendenza.

“Sono bellissimi, dicono, niente di più e niente di meno”.

Mettersi gli orecchini significa poter esibire la propria mascolinità, quindi è necessario aver ucciso un uomo per potersi mettere gli orecchini. Ed è molto importante poterseli mettere, specie quando si è ricevuto un invito o si va a fare una visita.

Il significato degli orecchini compie cosi un  cerchio. Orecchini uguale uomo decapitato, uomo decapitato uguale orecchini. Gli orecchini sono bellissimi perché dimostrano la forza, la virilità, la capacità maschile, che sono fondamentali da affermare per un uomo Ilongot, che quindi fà il cacciatore di teste.

Significato e significante, qui orecchini e decapitazione, sono cosi scambiabili e ridefiniti dall’occasione all’interno del gruppo sociale, degli usi e dei costumi che la contraddistinguono.

Così, gli “orecchini bellissimi” dei cacciatori di teste Ilongot, possono anche non sembrare bellissimi se esibiti in un contesto differente, per esempio l’espositore di un museo, asettico e privo delle storie che li rendono particolari.

 

Melissa Pignatelli
Filed under: Antropologia

by

Antropologa Culturale e amante dell'arte. Direttrice e Fondatrice de LaRivistaCulturale.com: informazioni culturali, online e di qualità.

Rispondi