Firenze, Storia
Leave a comment

La Regina Brutta

Maria Luisa Regina d'Etruria

Maria Luisa Regina d'Etruria

Maria Luisa di Borbone non era bella ed aveva sposato suo cugino primo. Figlia di Carlo IV di Spagna fu mandata, assieme al marito, a regnare su Firenze.

Napoleone, sollevati i Lorena dai loro obblighi granducali, vide favorevolmente l’istaurazione dei due reali spagnoli sul trono del neonato Regno d’Etruria.

Lui malaticcio, lei bruttina, poco capaci di parlare italiano, spagnolescamente convinti della loro grandezza, a Firenze non fecero furore.

Si racconta che alla morte del sovrano il 27 Maggio 1803, i fiorentini andarono al funerale solo per curiosità.

Il Regno d’Etruria, creato da Napoleone, era sensibile ai cambiamenti politici dell’Impero. Così, quando gli inglesi occuparono il porto di Livorno, l’economia Toscana né risentì. La regina chiamò in aiuto Vittorio Fossombroni, statista italiano. Fossombroni cercò di sensibilizzare Napoleone sulla situazione di Firenze.

Il Corso, come soluzione, propone di maritare la regina di poco fascino con suo fratello.

Ma Luciano Bonaparte, peraltro già sposato con una bella donna, rifiuta.

La regina bruttina viene traslocata a Nizza, in villa graziosa. Più tardi tornerà in Toscana, ma solo come Duchessa di Lucca.

 

Melissa Pignatelli

Rispondi