Economia
comments 4

Italia-Germania: Alla Ricerca di una Visione Economica Comune

Italia Germania, per una visione economica comune, Cesifin

Italia Germania, per una visione economica comune, Cesifin

Nell’opinione pubblica italiana si è formato un risentimento nei confronti della Germania, della sua politica considerata responsabile del rigore imposto dall’Unione Europea e dunque della recessione. Il lavoro presentato alla Fondazione Cesifin ha dimostrato che i media hanno contribuito ad alimentare questo clima sociale che può essere pericoloso per i rapporti tra Italia e Germania, e per la tenuta dell’Europa stessa. Una più corretta informazione economica aiuterebbe invece il dialogo, stemperando le tensioni.

Le politiche di rigore prevalenti in Germania si basano sulla convinzione che la crescita economica duratura non possa che fondarsi sul controllo dell’inflazione e del debito pubblico. A questa posizione viene obbiettato che nell’attuale situazione economica il rigore determina un crollo del PIL ed un avvitamento della congiuntura, cui occorrebbe porre rimedio attenuando la stretta. Quest’ultima opinione è più diffusa in Italia, che sta pagando alti costi sociali per il risanamento del suo elevato debito pubblico.

La Fondazione Cesifin ha posto a confronto economisti dei due paesi con l’auspicio che vengano superate contrapposizioni ideologiche, nel comune interesse europeo. Una maggiore comprensione reciproca dei diversi approcci e punti di vista aiuterebbe anche la politica a trovare soluzioni in grado di garantire sia lo sviluppo economico che la coesione sociale.

© 2012 Melissa Pignatelli

in collaborazione con Francesco Caracciolo

La Conferenza Internazionale “Crisi Economica e Nuovi Nazionalismi- La Percezione della Politica Economica Tedesca da Parte dei Partners Europei” è stata organizzata dalla Fondazione Cesifin – Alberto Predieri il 15 Novembre 2012 a Firenze.

Video Intervista a Monica Degl’Innocenti e Monica Pottinguer

Prof. Piero Roggi e la Ricerca sulla Stampa Italiana

Lettera agli Italiani di Paolo Savona

Lettera ai Tedeschi di Paolo Savona

Letter to Italian and German Friends, English Version, by Paolo Savona

Interventi di Piero Roggi, Charles Blankart, Bertram Schefold, Paolo Guerrieri, Piero Bini, Harald Hagemann, Paolo Savona, Antonio Varsori, Sascha Buetzer, Christina Jordan, Livio Stracca, scaricabili qui.

Melissa Pignatelli

4 Comments

    • E’ cosi vero! Speriamo che riusciranno a lavorare insieme…cosi che il bene dell’uno diventi il bene dell’altro.. la diversità può rendere creativi!

  1. Ginevra says

    È proprio vero che accusiamo la Germania di tutti i disastri che ci capitano. Pure io a volte penso che attui una politica troppo rigorosa e troppo impositiva senza veramente GUARDARE all’Europa e agli equilibri specifici di ogni paese. Siamo tanti e tutti molto diversi e non possiamo “tedeschizzarci”. Questa almeno è l’impressione che ho sentendo i loro discorsi.
    Speriamo che si riesca a creare un unione, anche di spirito, di intenti o quantomeno che si riesca a rilassare questo clima di tensione. Non avevo idea ci fosse un programma simile, anche se, a posteriori, è giusto, corretto e intelligente che ci sia.
    Grazie di tutte queste utilissime informazioni. Cui non abbiamo accesso da nessun’altra fonte di informazione. Almeno non io che rimango ancorata all’ANSA.

    • Grazie di questo commento.
      Incoraggia l’attività di scrittura di notizie di approfondimento, che si fanno complementari all’informazione ‘mainstream’.

Rispondi