Politiche Cuturali
Leave a comment

Ogni anno una Capitale Italiana della Cultura

Orologio della Torre di Arnolfo, Palazzo Vecchio sede di Florens 2012, Firenze

 

Orologio della Torre di Arnolfo, Palazzo Vecchio sede di Florens 2012, Firenze

Enrico Letta, in videoconferenza in diretta agli Stati Generali della Cultura del Sole 24 Ore a Milano, ha lanciato  Giovedi 21 Novembre 2013, l’idea di scegliere ogni anno una capitale della cultura tra le città italiane.

La giornata italiana della cultura sarà il 27 Maggio in memoria della bomba ai Georgofili a Firenze.

La scelta servirebbe a catalizzare investimenti ed attenzione nelle realtà gioiello del nostro paese.

Letta fa appello a tutti i comuni italiani: “non solo a quelli che sono capoluoghi o che si sono candidati a capitale europea della cultura”. Ci sono moltissimi piccoli comuni con patrimoni meno visitati che possono realizzare bellissimi progetti.

La proattività del presidente del Consiglio Enrico Letta, che propone di credere ogni anno in una delle nostre città, come crediamo nelle nostre squadre del cuore, è un ottimo contraltare a tutti quelli che si lamentano dello stato attuale di un paese (che hanno largamente contribuito a fare).

Letta auspica un ruolo dominante della cultura all’Expo 2015 di Milano e Roberto Napoletano annuncia che il Sole 24 Ore sosterrà, in formazione e finanziamento, 10 startup in grado di rilanciare la cultura.

Intanto, la prima città capitale della cultura italiana potrebbe essere proprio Firenze oppure un piccolo comune meno conosciuto (esempio in fotografia), che ne dite?

Melissa Pignatelli

Fotografia di Cepolina.com

Sole 24 Ore, Stati Generali della Cultura, 21 Novembre 2013

 

Melissa Pignatelli

Rispondi