Antropologia
Leave a comment

Stranieri all’Estero: Franz Boas e gli Inuit

stranieri all'estero, franz boas, inuit, shackles of tradition

La missione conoscitiva degli antropologi culturali li porta oltre le frontiere del mondo che conoscono, per scoprire altri modi di essere, di pensare e di organizzarsi. La scoperta degli altri è un compito impegnativo, che richiede capacità di adattamento, capacità di apprendimento, apertura mentale, accoglienza dell’altro.

In questo documentario “Stranieri all’Estero”, Bruce Dakowski presenta il pioniere dell’antropologia culturale statunitense, Franz Boas che, aiutato da George Hunt, passa un anno in Canada per apprendere dagli Inuit il loro modo di vivere e di organizzarsi.

Franz Boas ha studiato le popolazioni originarie del Nord America e combattuto attivamente contro pre-giudizi e pre-concetti razziali, difendendo l’idea che non esitino razze superiori e razze inferiori. Professore alla Columbia University, consigliò sempre ai suoi studenti di andare sul campo, di imparare la lingua dei loro interlocutori, di vedere e verificare di persona le loro ipotesi di conoscenza degli altri.

 © Melissa Pignatelli

Nel Documentario di Bruce Dakowski pubblicato sopra, interviste a Claude Lévi-Strauss e Edward Shapiro.

Fotografia d’archivio  di Bruce Dakowski, fonte qui. 

Franz Boas in Wikipedia

Libri di Franz Boas: L’organizzazione sociale e le società segrete degli indiani Kwakiutl, CISU editori,  Roma, 2001 [1897], acquistabile qui.

L’uomo primitivo,  Laterza Editore, Roma-Bari, 1995 [1911], indisponibile all’acquisto al momento qui, confuta definitivamente  le varie teorie razziali e razziste partendo da una nuova definizione di cultura.

L’Arte Primitiva, Bollati Boringhieri editori, Torino,1981, [1927] acquistabile qui. 

 Introduzione alle lingue indiane d’America a cura di Giorgio R. Cardona, Universale Scientifica Boringhieri 180, 1979. Si tratta dell’introduzione a Handbook of American Indian Languages, Smithsonian Institution, 1911, tradotta da Giorgio R. Cardona. Introduzione e commento del curatore.

antropologia innovazione cultura digitale notizie culturali

[clicca sulla citazione per acquistare poster]

Melissa Pignatelli

Rispondi