Storia
Leave a comment

Destini e Declini

destini e declini, romano benini, donzelli editore, libri, novità. storia, politica, roma

Per riflettere sui cambiamenti sociali e culturali che investono il nostro tempo ed il nostro paese, Donzelli Editore pubblica un saggio di Romano Benini e propone una analisi storica che guarda alla fine dell’Impero Romano. Positiva o negativa che sia questa visione dei fatti, bisogna osservare che molti dei cambiamenti sociali in corso in quest’epoca di globalizzazione rimescolano le carte degli equilibri mondiali e che le sfide per riadattarsi al nostro quotidiano iperconnesso, in costante evoluzione politica e culturale, molto giovane, digitale e multilingue può mettere in crisi le abitudini di un paese antico, complesso e con un peso storico che fatica ad accettare i cambiamenti, o di adattarvisi.

Il peso delle tradizioni, della storia e dell’identità, in un paese come l’Italia possono, invero, prediligere delle logiche di prassi e privilegi radicati nel passato, che effettivamente potrebbero condurre il paese verso il declino, non per effettiva incapacità o per mancanza di risorse, ma piuttosto per avidità e per pigrizia – strutturale ad una certa età – di una popolazione, anziana, ma che vuole farsi chiamare giovane.

“Se in effetti si prende la capitale, Roma, come punto di osservazione i segni che fanno pensare al declino ci sono tutti: clientelismo, corruzione, mancato rispetto delle regole, aumento del carico fiscale e conseguente evasione, perdita di credibilità da parte del ceto politico, rifiuto del bene comune e fuga verso gli interessi particolari e privati. Le cause di questa situazione sono profonde e riconducibili tutte al degrado morale, alla perdita del senso di responsabilità, alla svalutazione del saper fare e delle capacità. Una crisi sociale e culturale, che si manifesta essenzialmente come crisi di identità e come incapacità di guardare all’altro, ma che si traduce immediatamente anche in una crisi economica”.

E quindi “il declino che oggi sembra delinearsi con contorni sempre più netti, in Italia come in Europa, ha un precedente ben preciso nella lunga fase del declino dell’Impero romano. Ed è proprio la storia di Roma che ci può insegnare come dalla crisi si possa anche uscire: attraverso la costruzione di un sistema comune che unisca popoli e nazioni, aperto e con una forte identità. La crisi può essere l’occasione per cominciare a costruire una grande realtà politica che tenga insieme nazioni e popoli diversi, con la società e la cultura ancor prima che con l’economia e la finanza.

Il declino, insomma, non è necessariamente il nostro destino”.

Melissa Pignatelli

Romano Benini, Destini e Declini. L’Europa di oggi come l’Impero Romano? Donzelli Editore, 2015, 248 pp.

Foto: Particolare di copertina, Destini e Declini, Romano Benini, Donzelli Editore, Roma, 2015.

Melissa Pignatelli

Rispondi