Film, Libri, Storie d'Altri
Leave a comment

“Fiore del Deserto”: la storia di Waris Dirie

Girato tra Gibuti, Londra e New York, con varie ricostruzioni di set a Colonia, il film “Fiore del deserto” tocca quattro paesi e tre continenti, le cui culture si amalgamano e si incarnano nella storia della coraggiosa Waris Dirie, oggi una ricercatissima modella e attrice somala.

Waris nasce in un villaggio della Somalia da una famiglia di nomadi con dodici figli, e a cinque anni subisce l’infibulazione. A tredici il padre la vende a un uomo di sessant’anni: ma Waris non accetta quel destino, fugge prima a Mogadiscio poi a Londra, nella residenza di uno zio ambasciatore, dove comincia a lavorare come cameriera. Quando il diplomatico viene richiamato in Somalia, lei decide di restare in Inghilterra. Sola e analfabeta si guadagna da vivere con mestieri semplici. Si iscrive a una scuola serale finché un giorno un fotografo, Terry Donaldson, la convince a posare.

E’ l’inizio di una fortunatissima carriera nella moda e nel cinema, attraverso la quale Waris trova il coraggio di svelare il segreto che ha segnato la sua vita e per il quale lotta tuttora come ambasciatrice Onu.

Guarda il Trailer ufficiale:

La Redazione

Note:

“Fiore del Deserto” è girato dalla regista anglotedesca Sherry Hormann e distribuito in Italia da Ahora! Film, con la collaborazione di K2 film, il film è  stato presentato ed apprezzato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e sarà nelle sale italiane a partire dal 14 aprile 2016.

Nel cast la modella Lidya Kebede, Sally Hawkins, Juliet Stevenson, Craig Parkinson, Meera Syal, Anthony Mackie e Timothy Spall, (migliore attore al Festival di Cannes nel 2014 per “Turner”).

La Fotografia è di Ken Kelsch, stretto collaboratore di Abel Ferrara: Ken alterna scene con macchina a mano e scene con crane, secondo la volontà della regista che voleva filmare al meglio l’Africa di Waris.

Waris Dirie è oggi la portavoce ufficiale della campagna dell’Onu contro le mutilazioni femminili.

La Redazione

Rispondi