Cultura, Letteratura, Sociologia
Leave a comment

Gramsci: “Del ragionare per medie statistiche”

Cogliamo l’occasione dell’esposizione dei manoscritti dei “Quaderni dal Carcere” di Antonio Gramsci al Salone Internazionale del Libro di Torino (12-16 Maggio 2016), per riportare un breve scritto. Nel Quaderno 26, che riunisce gli “Argomenti di Cultura” dei Quaderni dal Carcere, Antonio Gramsci scrive un paragrafo dal tono molto umano e quasi ironico, dedicato al pensare criticamente le statistiche esposte; è una nota utile ancora oggi per leggere ed interpretare qualsiasi genere di dato numerico riportandolo al più vasto contesto di cui è espressione. Lo riportiamo integralmente di seguito:

“Del ragionare e specialmente del “pensare” per medie statistiche. In questo caso è utile ricordare la barzelletta secondo la quale se Tizio fa due pasti al giorno e Caio nessuno, “statisticamente” Tizio e Caio fanno “in media” un pasto al giorno ciascuno. La deformazione di pensiero originata dalla statistica è molto più diffusa di quanto non si creda. Generalizzazione astratta, senza una continua ripresa di contatto con la realtà concreta. Ricordare come un | partito austriaco, che aveva due soci in un sindacato, scrisse che la influenza  era cresciuta del 50% perché un terzo socio si aggiunse ai primi due.”

 

Fonte:

Antonio Gramsci, Quaderni dal Carcere, Quaderno 26, Volume Terzo, Edizione Critica dell’Istituto Gramsci a cura di Valentino Gerratana, Giulio Einaudi Editore, Torino, 1975-2001-2007, p.2298.

In fotografia:

 Libri appartenuti ad Antonio Gramsci conservati in uno scaffale dalla Fondazione Istituto Gramsci di Roma, fotografia della Fondazione Istituto Gramsci-Onlus, per maggiori informazioni link qui.

Al Salone Internazionale del Libro di Torino, 12-16 maggio 2016:

In Mostra al Salone del Libro di Torino i Quaderni dal Carcere di Antonio Gramsci: Al Salone vengono esposti i manoscritti autografi dei 33 Quaderni del Carcere di Antonio Gramsci, scritti fra il febbraio 1929 e l’agosto 1935, corpus fondamentale nel pensiero politico, critico, estetico e filosofico del Novecento (Padiglione 3, in prossimità della Sala Azzurra). I manoscritti dei Quaderni saranno collocati all’interno di 4 teche realizzate appositamente e in grado di garantire il rispetto dei parametri relativi alla temperatura, al grado di umidità e all’esposizione alla luce necessari per la loro conservazione. Due schermi touch affiancano le teche permettendo ai visitatori di sfogliare e ingrandire digitalmente tutte le pagine dei Quaderni.

Per altre informazioni sulla mostra al 32° Salone del Libro di Torino cliccare qui. 


Quaderni del carcere
Antonio Gramsci
2014
ET Biblioteca
pp. LXVIII – 3370
€ 60,00
ISBN 978880622344
La Redazione

Rispondi