Psicologia, Sociologia
Leave a comment

L’altra Marilyn, psichiatria e psicoanalisi di un cold case

La psicopatologia del doppio, della maschera e della personalità multipla e il mestiere dell’attore: il “caso Marilyn” diventa un prototipo ideale per interrogarsi sui concetti fondamentali della psichiatria e della psicoanalisi attuali, rivolgendosi anche a un pubblico di non specialisti. Lo fanno Liliana Dell’Osso e Riccardo Dalle Luche nel libro “L’altra Marilyn. Psichiatria e psicoanalisi di un cold case”, appena pubblicato da Le Lettere (2016).

Il libro parte da una ricostruzione minuziosa della psicopatologia autodistruttiva di Norma Jeane/Marilyn Monroe, possibile grazie all’enorme mole di studi biografici esistenti, per evidenziare la maggior parte delle problematiche di cui si occupa la psichiatria (panico, fobie, disturbi borderline e bipolari, farmacodipendenze, suicidio) e individuare alcuni elementi psicopatologici che sono alla base sia del successo di massa, sia delle difficoltà di coniugarlo con un adattamento sociale adeguato. In questo senso Marilyn è anche il prototipo di tante celebrità care agli dei, che sono andate incontro a una morte prematura o una sparizione sociale dopo aver raggiunto le vette della notorietà, dell’originalità creativa.

Opera di due psichiatri formati nella stessa Scuola di Psichiatria dell’Università di Pisa, ma che per trent’anni hanno perseguito strade diverse, “L’altra Marilyn” cerca una sintesi e un superamento delle contrapposizioni di saperi e punti di vista propri della psichiatria clinico-biologica e della pratica psicoterapeutica guardando verso il futuro di un mestiere, quello di terapeuta della mente, sempre più affascinante e sempre più possibile.

Francesca Puliti

Dall’Osso L. e Dalle Luche R., L’altra Marylin. Psichiatria e psicoanalisi di un cold case, Le Lettere, Firenze, 2016.  Link all’acquisto qui. 

La presentazione de “L’altra Marilyn. Psichiatria e psicoanalisi di un cold case” – è stata Martedì 24 maggio 2016 -Ore 18 al Club Itaca Firenze inVia Gino Capponi, 25 a Firenze; con Liliana Dell’Osso, Professore ordinario di Psichiatria e Direttore della Clinica psichiatrica dell’Università di Pisa, e Riccardo Dalle Luche, psichiatra, ne hanno discusso Paolo Rossi Prodi, Direttore dei Servizi della Salute Mentale di Firenze. 

Francesca Puliti

Rispondi