Arte, Cultura, Curiosità
Leave a comment

Olivetti, un innovatore italiano in mostra alla NYU di Firenze

Jukebox Ettore Sottsass design Olivetti Idiom tecnologia arte cultura comunicazione mostra esibizione

La mostra L’idioma Olivetti 1952 – 1979 ripercorre le tappe principali che hanno portato alla creazione del modello comunicativo delle Industrie Olivetti tra il 1952 e il 1979. Combinando tecnologia e design d’avanguardia con un forte senso di responsabilità sociale, culturale e artistico, l’azienda Olivetti è stata per il Novecento italiano un modello economico d’eccezione: la sede italiana della New York University a Firenze celebra un genio particolare che spesso rammenta, nel carattere innovativo, quello di Steve Jobs. Adriano Olivetti rimane però un esempio unico non solo per aver sviluppato uno spirito d’impresa peculiare, ma soprattutto per aver creato un linguaggio perfettamente riconoscibile curato fino all’ultimo dettaglio non solo per i prodotti ma anche per la pubblicità.

La mostra inizia con raccontare l’apertura nel 1952 di quattro CISV, Centri Istruzione e Specializzazione Vendite, di cui uno era proprio a Villa Sassetti, per formare una nuova squadra di impiegati, i quali grazie ad un’istruzione in materie umanistiche e economiche sarebbero diventati specializzati nella comunicazione commerciale d’impresa.

Tra il 1952 e il 1979, i prodotti Olivetti e le pubblicità degli stessi si trasformarono in oggetti di design, innovativi, creativi, perfetti in ogni dettaglio grazie al contributo di artisti, fotografi e grafici affermati come Ettore Sottsass, Gae Aulenti o Ugo Mulas. Anche la sistemazione dei prodotti era all’avanguardia tanto nei negozi quanto nei musei internazionali in cui erano esposti, come ad esempio il Museum of Modern Arts di New York.

Della visione pionieristica dell’Ingegner Olivetti rimane, fino ad oggi, una cultura industriale tipica di un’epoca italiana che perdura nel modo come made in Italy. 

Barbara Palla

 

La mostra L’idioma Olivetti 1952 – 1979 è curata da Caterina Toschi, insegnante di Storia dell’Arte Contemporanea della New York University di Firenze  nella sede di Villa Sassetti a Firenze dal 14 marzo al 5 maggio 2018. Maggiori sulla sede della mostra, sugli orari di apertura e di visita è possibile visitare il sito, qui.

In fotografia: Jukebox, Ettore Sottsass, Jr., 1968. Photo by Gianni Berengo Gardin.

 

 

Negozio Olivetti L'idioma Olivetti 1952 1979 arte tecnologia design cultura mostra esposizione evento NYU

Olivetti Store in New York
Interior Design Studio BBPR, 1954. Courtesy Associazione Archivio Storico Olivetti, Ivrea.

Barbara Palla

Rispondi