Pubblicato il 3 Ago 2018

Non c’è campo: le cabine telefoniche del Kyrgyzstan

di La Redazione

Come si fa quando, in viaggio nel bel mezzo di un’avventura estiva, non c’è campo e lo smartphone non prende più il segnale per telefonare?

In Kyrgyzstan, nascoste nelle sue steppe aride ci sono le “cabine telefoniche” che sopperiscono a tale assenza. Come mostra il divertente cortometraggio The Block, realizzato da Nadine Boller e presentato al Margaret Mead Festival 2017, per chiamare dal cellulare basta recarsi presso il largo masso contraddistinto dalla scritta “welcome“. Facile, no?

La Redazione

In fotografia un fotogramma del cortometraggio  The Block, Nadine Boller, 2015 © Nadine Boller

 

By |2018-08-03T11:00:41+00:003 Ago 2018|Cultura, Storie d'Altri|

Lascia un commento