Cultura, globalizzazione, Storie d'Altri
Leave a comment

Le donne guerriere del Kurdistan

Nella lunga e complicata battaglia per la sopravvivenza in Kurdistan, tutti, giovani uomini e soprattutto giovani donne, si impegnano quotidianamente per di consolidare l’affermazione del piccolo Stato stretto tra la Turchia e l’ISIS. Zanyê Akyol, regista canadese di origini curde, si è inserita in prima persona nel conflitto per raccontare lo sforzo del plotone completamente al femminile delle forze combattenti.

Il film documentario Gulistan, Land of Roses, dal nome di una giovane combattente e amica personale della regista deceduta sul campo, oltre a raccontare le difficoltà quotidiane dell’addestramento fisico e psicologico, permette di cambiare in parte lo stereotipo diffuso che riguarda le donne in Medio Oriente.

La Redazione

In fotografia una delle combattenti protagoniste del film documentario Gulistan, Land of Roses premiato al Margaret Mead Film Festival del 2017 © Zanyê Akyol

La Redazione

Rispondi