All posts filed under: Letteratura

“Il musulmano errante”: un racconto mediorientale

Il musulmano errante non è un libro facile. Il testo, dall’apparenza succinta, racconta una vecchio mistero religioso mediorientale nascosto tra le pieghe acute di una storia che il narratore, Alberto Negri, riporta quasi come le leggende orali, mescolandola con fatti ed eventi contemporanei. Le storie trattengono sempre qualcosa delle epoche che attraversano, delle tradizioni narrative […]

Lo scherno, una pratica tipica italiana

L’Italiano, mentre sfoggia un rapporto conformistico, per non dire opportunistico con il potere, cova e rilascia un comportamento sarcastico, corredato da un’ampia pratica del disprezzo: questo uno dei tratti culturali tipici (antropologici) degli abitanti del Belpaese. In Sberleffi di Campanile (Olschki Editore, 2015) Giancarlo Schizzerotto ricostruisce la storia dell’arte dello scherno come pratica costante della […]

Tracce italiane e letture sull’Asmara, capitale eritrea

Asmara, la “piccola Roma” della “colonia primigenia”, concentra nella sua architettura tutta l’innovazione dello stile modernista e razionalista degli anni 1920-1930: un’eredità monumentale per la capitale eritrea che, dall’ 8 Luglio 2017, fa parte del patrimonio culturale protetto dall’UNESCO;  l’Asmara è la prima tra le città dell’Africa orientale ad entrare nella lista dei Patrimoni dell’Umanità. Negli […]

Il viaggio in Persia di Avicenna

La Persia antica non era un mondo meno complesso di quello attuale. Da un lato vi era la multisfaccettata società che popolava case, oasi, caravanserragli e viaggiava lungo millenarie rotte di mercanti, dall’altro i Palazzi e i loro intrighi, i complicati rapporti di vicinato e il ricorrere di confronti tra potenti. Questo delicato quadro storico […]

Da dove vengono i migranti? Letteratura di viaggio lungo le rotte del Sahel

Nel Sahel, termine arabo che significa “sponda” e indica la fascia immediatamente a sud del Sahara, gruppi di uomini si spostano attraverso distese di sabbia solo in apparenza infinite o deserte. Il Sahara, popolato da tribù nomadi e semi-nomadi, è da lungo tempo attraversato da mercanti. Nel Sahel sono nate le prime moschee, le prime […]

5 libri sulla Libia tra passato e presente

La Libia è oggi per molti cittadini africani una tappa obbligatoria nel lungo viaggio verso il sogno europeo che passa, oltre il deserto e il Mediterraneo, dalle coste italiane. L’ingovernabilità attuale del paese e la conseguente destabilizzazione regionale affondano le radici nella storia, nel susseguirsi delle storia delle Libie. La Libia come entità statale unica […]

5 film e qualche lettura per capire il Mali

Dapprima grande impero medievale, il Malì di oggi è un paese diviso: a nord le sue antiche città, Gao, Timbuctu, i primi centri di studi e di diffusione del sapere, sono controllate da gruppi radicali musulmani. A sud, oltre il fiume Niger vi è un paese depauperato. Duramente colpito dalle misure economiche internazionali e, successivamente, […]

Il mare dei Califfi: la storia musulmana delle relazioni nel Mediterraneo

Christophe Picard, professore di storia medievale alla Sorbona, nel suo ultimo libro Il mare dei Califfi, pubblicato da Carocci Editore, ripercorre le costanti relazioni tra mondo bizantino, latino e musulmano che dal VII secolo in poi hanno forgiato l’identità del Mediterraneo, un mare che non solo separava, ma soprattutto collegava le sponde dei tre spazi […]

“Corpi Docili”: controllare i corpi è una vecchia prassi della sorveglianza

“La disciplina è un’anatomia politica del dettaglio” afferma Michel Foucault in Sorvegliare e Punire, “procedurizzare le prassi, misurarle, apprezzarle, sanzionarle: per conoscere, per controllare e per utilizzare”. “La disciplina organizza uno spazio analitico”, che si può dunque sorvegliare e, se necessario, sanzionare. “Anche se quelli che si occupano di dettagli passano per gente con i […]

“La lettura nella vita. Modi di leggere, modi di essere”

– di Marielle Macé in Quaderni della Ricerca, Loescher Editore, Torino. «Andavo a ritrovare la vita, la follia nei libri. […] La fanciulla s’innamorava dell’esploratore che le aveva salvato la vita, tutto finiva con unmatrimonio. Da questi periodici e da questi libri ho tratto la mia più intima fantasmagoria…». Un giovane Sartre sguaina verso il […]

olocausto giornata memoria zygmunt bauman modernità sociologia cultura antropologia

Bauman: “l’olocausto fu un prodotto della modernità”

Il nazionalismo, massima espressione della modernità che ha avvolto il secolo scorso, ha causato le catastrofi che ben conosciamo, fra le quali il primato spetta allo sterminio degli ebrei. Zygmunt Bauman ha analizzato l’olocausto in maniera particolare: per lui è un prodotto di quell’organizzazione efficiente tipica della modernità. Per Bauman infatti l’olocausto è stato un […]