All posts tagged: Letteratura

Leggere Hāfez a Teheran, una pratica poetica comune

Il “Diwan” di Hāfez è titolo della raccolta di poesie del poeta persiano vissuto a Shiraz, Iran del Sud, nel ‘300. Autore complesso e mistico, il divino poeta e le sue poesie sono oggetto di un particolare rituale, comunemente praticato, che si può paragonare in qualche modo alla lettura dell’oroscopo, quella che più o meno apertamente facciamo […]

L’atteggiamento di superiorità, visto con gli occhi di Montesquieu

Per poter raccontare la decadenza della società e delle istituzioni politiche nella Francia del Settecento sfuggendo alla censura dell’Ancien Régime, anche Montesquieu è costretto a ricorrere ad espedienti come la satira e la finzione. Nel 1721, il filosofo illuminista pubblica infatti le Lettere Persiane, uno scambio epistolare che l’autore immagina sia avvenuto durante il viaggio […]

Cosa leggere in questa vita, per la gioia della partita?

Se fossi professore suggerirei ai miei studenti di leggere La Gioia della Partita di Cesare Garboli (Adelphi, 2017) e se lavorassi in libreria lo suggerirei ad un lettore indeciso. Perché? Perché il leggero dinsincanto con il quale l’autore dialoga come se fosse a tu per tu con gli scrittori che recensisce o commenta ha un fascino che ammalia e […]

“La lettura nella vita. Modi di leggere, modi di essere”

– di Marielle Macé in Quaderni della Ricerca, Loescher Editore, Torino. «Andavo a ritrovare la vita, la follia nei libri. […] La fanciulla s’innamorava dell’esploratore che le aveva salvato la vita, tutto finiva con unmatrimonio. Da questi periodici e da questi libri ho tratto la mia più intima fantasmagoria…». Un giovane Sartre sguaina verso il […]

L’umanità nelle “Mille e una notte”: una nuova traduzione ne rivoluziona il senso

Le mille favole che raccontò Shahrazad per salvarsi la vita dal gran re Shahriar che, deluso da sua moglie, si portava a letto ogni sera una donna diversa per poi farla uccidere al mattino, non sono esattamente quelle che abbiamo letto finora. La traduzione italiana corrente è basata su un’interpretazione di un arabista francese, Antoine Galland, che […]

L’altro Hermann Hesse, in mostra gli acquerelli

“Non c’era al mondo cosa più bella, cosa più importante, più appagante che dipingere, tutto il resto erano stupidaggini, perdita di tempo, inutile affaccendarsi. Meraviglioso era dipingere, delizioso era dipingere!” Hermann Hesse, 1928 “Scrivere di mio nonno Hermann Hesse può rappresentare il pericolo di cadere in una costante ripetizione di quanto già detto. Ovviamente, infatti, […]

Kahlil Gibran

NutriMenti – FOOD FOR TOUGHT, Stop Motion, Olivia Magris, 2015. “Quando l’amore vi chiama, seguitelo, Anche se ha vie ripide e dure. […] Vi accoglie in sé, covoni di grano. Vi batte finché non sarete spogli. Vi staccia per liberarvi dalle reste. Vi macina per farvi neve. Vi plasma finché non siate cedevoli alle mani. […]

Mehdi Rabbi e la la letteratura iraniana contemporanea

Mehdi Rabbi, scrittore iraniano contemporaneo, veicola la brillantezza di una letteratura dalla quale emerge una forza gentile: un felice connubio tra intensità, capacità evocativa e una certa funzione pacificatrice della scrittura. Il filo dei racconti che compongono “Quell’angolino tranquillo a sinistra”, coraggiosamente ed intelligentemente tradotto e pubblicato dalla casa editrice Ponte 33,  si costruisce attorno a piccoli elementi […]

Giovanni Pascoli Online

“C’è un campanile….” si legge sul retro di una fotografia d’archivio di Giovanni Pascoli. La fotografia è in bianco e nero ed è di Castelcavallino, in provincia di Urbino. Sulla scheda (online) della fotografia c’è scritto “Sul retro è riportato da mano ignota un verso della poesia ‘Cavallino’, pubblicata nelle Myricae”. Guarda la foto d’archivio […]

L’Ottimismo di Candido

  Voltaire, pungente di spirito e satirico di penna, redige “Candido, o l’Ottimismo” nel 1759. La lettura delle prime righe del breve saggio del filosofo francese, increspa le labbra verso pensieri cinici, sardonici, dedicati alle persone “perbene”. Poi verso analogie con la fiducia nella vita alla Justine del Marchese di Sade. “Era nella Vesfalia, nel […]

Eugenio Montale

“Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino. Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio. Il mio dura tuttora, né più mi occorrono le coincidenze, le prenotazioni, le trappole, gli scorni di chi crede che la realtà sia quella […]

Il Lago, Meditazione Poetica

    Alphonse de Lamartine, è un poeta francese non sempre amato dai suoi critici per “mancanza di precisione nell’ispirazione e per mancanza di rigore nella composizione poetica”. La poesia è l’arte delle alchimie sottili o delle combinazioni matematiche e Lamartine è vago, dicono. L’imprecisione di Lamartine, segno d’impotenza o gusto perverso dell’equivoco, proseguono, incontra […]

Horace Finaly, Banchiere, iniziali in oro sul testo di Duncan Fraser, Newton's interpolation, Firenze, Biblioteca di Scienze

Horace Finaly, Banchiere

Nato a Budapest il 30 Maggio 1871, da una famiglia di banchieri ebrei ungheresi poi naturalizzati francesi nel 1890, Horace Finaly studia a Parigi al Liceo Condorcet. Nei corsi di retorica e filosofia, Marcel Proust è tra i suoi compagni.  Dopo il Baccalauréat, Finaly si laurea in legge, fa il servizio militare e viene introdotto […]