All posts tagged: Libri

Cosa leggere in questa vita, per la gioia della partita?

Se fossi professore suggerirei ai miei studenti di leggere La Gioia della Partita di Cesare Garboli (Adelphi, 2017) e se lavorassi in libreria lo suggerirei ad un lettore indeciso. Perché? Perché il leggero dinsincanto con il quale l’autore dialoga come se fosse a tu per tu con gli scrittori che recensisce o commenta ha un fascino che ammalia e […]

Di’ quello che hai in mente: alle origini della comunicazione umana

Come ha origine la comunicazione umana e quali funzioni ha avuto? Thom Scott-Phillips nel suo nuovo saggio Di’ quello che hai in mente (Carocci Editore, 2017) analizza l’origine del linguaggio in chiave antropologico-evolutiva. Dai modelli classici delle ipotesi evoluzionistiche fino alle tesi in psicologia della comunicazione l’autore ripercorre la storia del perché gli esseri umani […]

L’umanità nelle “Mille e una notte”: una nuova traduzione ne rivoluziona il senso

Le mille favole che raccontò Shahrazad per salvarsi la vita dal gran re Shahriar che, deluso da sua moglie, si portava a letto ogni sera una donna diversa per poi farla uccidere al mattino, non sono esattamente quelle che abbiamo letto finora. La traduzione italiana corrente è basata su un’interpretazione di un arabista francese, Antoine Galland, che […]

Fare spazio. Pubblicato il rapporto 2016 sulle migrazioni interne in Italia

E’ appena uscito per Donzelli Editore Fare Spazio. Rapporto sulle migrazioni interne in Italia a cura di Michele Colucci e Stefano Gallo, del CNR – Istituto di studi sulle società del Mediterraneo. I due ricercatori presentano un lavoro interdisciplinare, identificando flussi e caratteri degli spostamenti in Italia. Italiani, stranieri, giovani, persone in età avanzata, lavoratori, lavoratrici, studenti, […]

Lo scherno, una pratica tutta italiana

In Sberleffi di Campanile (Olschki Editore, 2015) Giancarlo Schizzerotto ricostruisce la storia dell’arte dello scherno come pratica costante della nostra penisola animando, da almeno un millennio, gli spiriti delle genti aggregate in vario modo nell’italico territorio (comuni, signorie, regioni, associazioni, enti, partiti, corporazioni, ecc.). Ricostruendo l’uso e la pratica dello scherno come modalità di relazione, specie riguardo il […]

Scanzonate storie dal mondo nuovo

In “Storie dal Mondo Nuovo” (Adelphi, 2016), Daniele Rielli, ironico, scanzonato, a volte realisticamente cinico, ma fondamentalmente innamorato delle parole da scegliere per mettere insieme una descrizione idonea al mondo di oggi, combina vari racconti che compongono una visione tra il brutale ed il divertente del vivere contemporaneo. Sfuggente e rapida la scrittura scorre con quella punta […]

L’umanità nella poesia di Philip Schultz

“Esattamente un anno fa, l’11 settembre scorso, uno scroscio scintillante di scariche di elettroshock sibilò attraverso l’etere sorpreso della rosea elasticità del mio cervello. Mi svegliai fluttuando nel reparto psichiatrico del Saint Vincent, su un fondale roccioso, una ghianda inerte, sotto una tenda di lenzuolo, qualcuno all’altro capo del tempo cantava l’aria di Madama Butterfly […]

Sotto l’ombrellone ? “La mia vita con Picasso”

“Dolcissimo, era dolcissimo” ricorda Françoise Gilot sull’inzio della sua relazione con Pablo Picasso nel libro di memorie scritto e pubblicato per la prima volta nel 1964 contro il volere del pittore; “mi guardava con attenzione, passando delicatamente la mano sul mio corpo, come fa uno sculture sopra la sua opera per accertarsi che le forme […]

Comunità. Ramificazioni di un fenomeno non unitario.

«Il concetto generale di “etnico” potrebbe essere sicuramente gettato a mare. Infatti è una denominazione collettiva inutilizzabile per qualsiasi ricerca veramente precisa. Ma noi non perseguiamo la sociologia per amore della sociologia e ci accontentiamo perciò di mostrare quale ampia ramificazione di problemi si nasconda dietro a un fenomeno che si presume unitario». Il volume […]

Luce d’Addio. Dialoghi dell’amore ferito

Nell’utimo saggio di Sergio Givone, Luce d’Addio, Dialoghi dell’amore ferito, pubblicato dalla casa editrice Olschki il nostro filosofo ragiona in maniera molto originale sulla difficoltà della comunicazione, e quindi di comprendersi. Attraverso la costruzione di cinque dialoghi possibili, ma che non sono avvenuti nella realtà, Givone immagina cosa si sarebbero detti personaggi che si sono amati, […]

Roberto Wirth, il silenzio è stato il mio primo compagno di giochi

Nell’autobiografia “Il silenzio è stato il mio primo compagno di giochi” di Roberto Wirth, oggi direttore generale e proprietario dell’Hotel Hassler di Roma, non si legge solo la storia della battaglia per il successo lavorativo di un sordo profondo dalla nascita. In questo libro emotivamente coinvolgente, si legge l’evoluzione di un metodo educativo. La severità, nella generazione dell’Italia del dopoguerra, […]

L’altra Marilyn, psichiatria e psicoanalisi di un cold case

La psicopatologia del doppio, della maschera e della personalità multipla e il mestiere dell’attore: il “caso Marilyn” diventa un prototipo ideale per interrogarsi sui concetti fondamentali della psichiatria e della psicoanalisi attuali, rivolgendosi anche a un pubblico di non specialisti. Lo fanno Liliana Dell’Osso e Riccardo Dalle Luche nel libro “L’altra Marilyn. Psichiatria e psicoanalisi […]

L’Editore Olschki pubblica l’intero Codice Rustici

Per la riproduzione su carta odierna del quattrocentesco “Codice Rustici”, l’editore Olschki ha lavorato a partire da riprese fotografiche della copia originale. Il volume finale, stampato con macchine a raggi ultravioletti su carta tatami legata grazie alla sapienza tecnica ed alla cura certosina della casa editrice, pesa dieci chili. Il manoscritto del fiorentino Marco di Bartolomeo Rustici […]

L’altro Hermann Hesse, in mostra gli acquerelli

“Non c’era al mondo cosa più bella, cosa più importante, più appagante che dipingere, tutto il resto erano stupidaggini, perdita di tempo, inutile affaccendarsi. Meraviglioso era dipingere, delizioso era dipingere!” Hermann Hesse, 1928 “Scrivere di mio nonno Hermann Hesse può rappresentare il pericolo di cadere in una costante ripetizione di quanto già detto. Ovviamente, infatti, […]