Sociologia d’Algeria (1956) di Pierre Bourdieu è un’opera rivelatrice nella produzione socio-antropologica della seconda metà del ‘900; essa ha consentito di mettere a fuoco elementi di organizzazione sociale validi ancor oggi per capire le diverse società umane, compresa la nostra. L’autore si era posto l’obiettivo di prendere in esame la società algerina, con particolare riferimento alle popolazioni indigene e alle tribù residenti sul territorio.

Tali soggetti sociali attrassero l’attenzione di Bourdieu, il quale, nelle vesti di antropologo