Lina Fruzzetti, eritrea di origini italiane, dopo aver ricevuto una bizzarra lettera proveniente dall’Italia decide di intraprendere un viaggio alla ricerca della sua identità e della sua famiglia. Lina è una “meticcia” nata dall’unione di una donna eritrea con un uomo italiano, un giovane soldato arrivato in Eritrea durante il periodo coloniale. Ma a causa della morte prematura del padre, non ha mai avuto la possibilità di conoscere né l’Italia né la sua famiglia paterna: la lettera è l’occasione di partire alla ricerca della sua identità.

La sua avvenutra personale raccontata in forma di documentario, intitolato In My Mother’s House, realizzato da Lina Fuzzetti e Àkos Östör,   si trasforma in un viaggio nella storia dell’Italia alla scoperta del periodo coloniale italiano.

 

La Redazione

In fotografia una veduta di Asmara in una vecchia cartolina.