Platone e Tocqueville, due filosofi sempre utili da rileggere, sono concordi  nell’individuare una possibile degenerazione della democrazia qualora nella società ci fosse la presenza di un forte individualismo. Infatti, il greco Platone e l’aristocratico francese Alexis de Tocqueville, nelle rispettive opere La Repubblica (composto nel 390-360 a.C., Edizioni BUR, Rizzoli, 2007) e La Democrazia in America (composto nel 1835, Einaudi Editore, 2006), hanno definito la democrazia in due modi diversi ma convergenti sul pericolo degli eccessi dell’individualismo, sia personali sia di gruppi e