Author: Melissa Pignatelli

globalizzazione arjun appaduraj sociologia antropologia violenza fisica società attualità governo

Il lato oscuro della globalizzazzione

I testi del 2001-2002 di Arjun Appaduraj e pubblicati da Meltemi Editore nel 2017 dipingono ed interpretano con chiarezza dei fatti che oggi vibrano sotto gli occhi di tutti: democrazie cannibalizzate da violenza verbale, propaganda intrecciata con comunicazione quotidiana, debolezze di ognuno sfruttate a favore di discorsi totalitari, incertezze alimentate a fini politici con scopi […]

narcisismo delle piccole differenze antropologia cultura globalizzazione arjun appadurai odio rabbia violenza

L’eccesso di rabbia come caratteristica del nostro tempo

Nel saggio Sicuri da morire, violenza nell’epoca della globalizzazione (Meltemi Editore, 2017) Arjun Appaduraj, antropologo della globalizzazzione, s’interroga sul perché dell’aumento della violenza nel nostro tempo proponendo teorie interessanti. Nel saggio emerge infatti il contrasto tra le aspettative di una società pacifica sull’onda della vena “New Age” della fine degli anni Novanta e le forti delusioni […]

atti linguistici linguistica cultura sociologia parlare agire parole azioni

“Le parole sono azioni”: l’utile teoria linguistica da ricordare

Parlare o non parlare? Ascoltare o dar voce a fiumi di parole? Dire per non fare o dire solo ciò che si conosce? Parlare per ottenere delle cose o per intimorire e controllare? Parlare per colmare la paura del silenzio o comunicare per condividere le esperienze della vita? Nell’atto del parlare, la comunicazione che avviene […]

necropolitiche achille mbembe

Necropolitiche e biopotere, un’analisi

Le necropolitiche sono quell’insieme di pratiche implicite ed esplicite legate all’esercizio del potere: è questo l’assunto che lega l’analisi di Achille Mbembe sulle modalità con cui gli Stati governano e controllano la vita e la morte delle persone. Il concetto di biopotere invece è un termine coniato da Foucault per definire il controllo esercitato dallo Stato sulle […]

eurpa migrazione africa europa l'europa è diversa storied'altri cultura antropologia

“L’Europa me l’aspettavo diversa”

Non stare bene nel posto dove si è, pensare che altrove si potrebbe stare meglio, sognare altri posti, sono meccanismi di pensiero degli esseri umani, della loro curiosità per l’altrove o forse di una costante insoddisfazione che rende ognuno di noi un essere cercante, errante o mancante che sia. Così è facile che le aspettative […]

Celebrità 2.0: uno studio sul caso di Marina Abramović

In Sex and the City o su Twitter, al MoMa o a Palazzo Strozzi, Marina Abramović è diventata una celebrità tale da essere analizzata da una studiosa di Lettere della Columbia University di New York. L’utilità della ricerca e dello studio nelle materie umanistiche emerge quando i ricercatori indagano fenomeni contemporanei, dei quali tutti parlano, […]

proverbi condivisi paremiologia cultura letteratura satira

Proverbi analoghi in arabo, italiano e inglese: prove del sentire comune

I proverbi, ci dice la paremiologia, sono come dei sedimenti della tradizione, dell’esperienza e della memoria: tramandano, perlopiù oralmente, saperi popolari ripetetuti e raccolti da secoli di vita quotidiana. La loro forma sintattica cadenzata e semplice dimostra l’antichità linguistica dei contenuti. E’ dunque alla linguistica che ci rivolgiamo oggi per fornici dati certi sul comune […]

stranieri a noi stessi straniero julia kristeva antropologia teoria cultura

E se lo straniero fosse una parte di noi?

Chi è lo straniero? Julia Kristeva, semiologa e linguista, risponde in maniera originale a questa domanda con un argomento da psicanalista: una parte di noi stessi ci rimane spesso estranea perché facciamo fatica ad accettarla. Lo straniero è dunque in noi, come una sorta di controfigura con cui conviviamo, o che non sempre capiamo. Ma è “meglio […]

mille e una notte favole racconti Oriente Persia Divan Hafez medio oriente letteratura cultura

Antiche favole ed insegnamenti sempre attuali nelle “Mille e una notte”

Le mille favole che raccontò Shahrazad per salvarsi la vita dal gran re Shahriar che, deluso da sua moglie, si portava a letto ogni sera una donna diversa per poi farla uccidere al mattino, non sono esattamente quelle che abbiamo letto finora. La traduzione italiana corrente è basata su un’interpretazione di un arabista francese, Antoine Galland, che […]

L’identità etnica. Un concetto strumentale

Diversi studiosi contemporanei, ad esempio gli antropologi, hanno evidenziato come l’identità, e particolarmente l’identità etnica, sia un concetto complesso – e che si può ricomporre in maniera strumentale – definito come “la rappresentazione di un insieme di valori, simboli e modelli culturali che i membri di un gruppo etnico riconoscono come loro distintivi”. Quest’identità etnica non riflette però […]

i frutti puri impazziscono Jmes cliford culture cultura antropologia etnografia

“I frutti puri impazziscono”: la metafora della purezza culturale (che non esiste)

Secondo gli specialisti dello studio della cultura nel suo più ampio senso, gli antropologi culturali, parlare di “purezza” culturale non ha proprio senso. In parole semplici, il punto è che nel flusso della vita qualcosa si perde e qualcosa si crea sempre: chiudere le identità in recinti ermetici non potrà che soffocarle, o farle impazzire. […]

SDG obiettivi per lo sviluppo sostenibile Agenda 2030 ONU ASviS Europa Italia cultura sostenibilità

SDG: obiettivi per uno sviluppo sostenibile

“Senza di te lo sviluppo sostenibile non c’e!” con questa dichiarazione l’ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, lancia la sua campagna di comunicazione per far conoscere gli Obbiettivi di Sviluppo Sostenibile. Così come un battito d’ali di farfalla è in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo, allo stesso modo le abitudini […]

il senso delgi altri antropologia attualità alterità Marc Augé

Il senso degli altri, nel pensiero di Marc Augé

Marc Augé, antropologo francese più conosciuto per aver parlato di non-luoghi (i.e. quei posti di grande passaggio dove la memoria ed i rituali faticano a sedimentarsi, come ad esempio gli aereoporti, le stazioni…), ha scritto una premessa molto interessante al suo libro Il senso degli altri (Bollati Boringhieri, 2000), così acuta che vale la pena […]

Le culture sono ibridi: creatività e spostamenti fanno parte della storia umana

In un mondo sempre più interconnesso nel quale le strumentalizzazioni delle politiche locali fanno pensare più ad un arretramento del pensiero piuttosto che ad un progresso, ci piace ricordare la riflessione di un grande antropologo italiano, Ugo Fabietti, sulla concretezza della cultura come un ibrido, qualcosa in continuo mutamento, rimescolamento, che si aggrega e si […]