Dalla scrittura al concetto di individuo, dall’assetto economico al complicato equilibrio tra ritualità e modernità. Al di là delle apparenze superficiali, in Giappone niente può essere confrontato con l’Occidente e le sue bussole valoriali-interpretative. Se, infatti, ad un primo impatto il visitatore occidentale può scambiare la capitale, Tokyo, per una concentrato di futurismo, tecnologia e ipercapitalismo, non troppo diverso da quanto si vede a New York o Londra, basta scendere un minimo in profondità per rendersi conto di trovarsi letteralmente in un altro mondo.

Il Giappone è sempre stato un mistero, un enigma, un rebus rimasto irrisolto nonostante il passare del tempo. Anzi: anno dopo anno, secolo dopo secolo, questo Paese è diventato sempre più incomprensibile, avendo subito molteplici trasformazioni, più o meno dettate da esigenze geopolitiche. Il risultato coincide con una nazione soltanto apparentemente incanalata nell’alveo tracciato dall’Occidente. E allora, per cercare di inquadrare meglio un Paese così lontano e unico nel suo genere, vale la pena affidarsi ad una corretta bibliografia.

Di seguito, il lettore troverà una piccola rassegna di cinque volumi dedicati al Giappone. La letteratura dedicata alla cultura giapponese è ovviamente immensa, pressoché infinita. Per ovvie ragioni abbiamo selezionato i libri che, a nostro avviso, risultano particolarmente utili per farsi un’idea più dettagliata del mondo giapponese. Va da sé che, in un secondo momento, il lettore potrà (e dovrà) approfondire le sue conoscenze su questo Paese come e quanto desidera. Magari affiancando alla lettura di saggi anche alcuni romanzi realizzati da scrittori nipponici.

1. Enigmatico Giappone – Alan Macfarlane (Edt, 2010)

Il primo libro consigliato è stato appena ristampato da Solferino e rilanciato all’interno di una collana dedicata al Giappone. L’autore è Alan Macfarlane, professore emerito di Antropologia al King’s College di Cambridge, 34 anni di studio alle spalle nelle vesti di insegnante presso il Dipartimento di Antropologia sociale della Camridge University. Nel corso della